Tavola chic o tavola pop?

Tavola chic o informale, comunque la vogliamo l’apparecchiatura ha le sue regole.
Una tavola curata e ben apparecchiata è una forma di rispetto nei confronti degli ospiti e questo vale sia per una cena elegante che per un buffet.
Contemporaneamente bisogna saper riconoscere un’apparecchiatura ed usare gli attrezzi giusti al momento giusto per non fare brutte figure.

Prima di tutto ricordiamoci di non stringere troppo gli invitati, generalmente si considerano 60 cm per persona in modo da non infastidirsi.

Tovaglia

La tovaglia è importante, può essere una fiandra bianca o un lino ricamato per un invito elegante oppure colorata per una cena informale. La cosa importante è che sia sempre abbinata ad i piatti che metteremo in tavola. Vuoi un esempio? Fino ad oggi hai messo il bel servito a fiori rosa e blu della nonna sulla tovaglia di lino a quadretti rossi e bianchi dell corredo della zia? Orrore! Meglio un tinta unito bianco o rosa o blu. Ed i tovaglioli? Mai di carta! La carta va bene per i buffet o per gli aperitivi.
Quindi sempre in tessuto del solito colore della tovaglia o di un colore abbinato sia alla tovaglia che al servito.

Facciamo qualche esempio: tovaglia nera, tovagliolo bianco e piatti Bianco Nero, magari con un candelabro a 4 candele come centrotavola. Oppure andiamo sul colorato, tovaglia viola con tovagliolo e sottopiatto oro e piatti colorati Filetto.

Preferire sempre tessuti naturali come il lino ed il cotone. Il lino è più elegante, più lucido ed anche più resistente ai lavaggi ed il più indicato per una tavola chic.
La tovaglia deve avere una ricaduta laterale di circa 30 cm, quindi per un tavolo quadrato di cm 120 x 120 servirà una tovaglia di cm 150 x 150.
Ma passiamo al difficile: piatti, bicchieri e posate.

Piatti

Sottopiatti si o sottopiatti no? L’importante è che se si usano siano quelli giusti. Se la tavola è elegante il sottopiatto deve essere in argento, peltro….insomma, qualcosa di pregiato. Sa va sans dire!
Per una tavola informale va bene tutto. Legno, vetro colorato, oppure tessuto come delle tovagliette ma anche qualcosa di inusuale come vecchi vinili o le tovagliette plastificate di Pesciolinoleum.

Sopra mettiamo piatto piano, piatto fondo oppure piatto da antipasto. Per una tavola elegante indispensabile il piattino per il pane.

Posate

La forchetta dove la metto? Oppure, quale forchetta uso? Prima di tutto ricordarsi sempre, le forchette con i rebbi verso l’alto, il cucchiaio con la parte concava all’insù ed i coltelli con la lama verso il piatto. Detto ciò, forchette a sinistra, vicino al piatto quella per il primo, poi quella per il secondo ed infine quella per il pesce. I coltelli vanno a destra, vicino al piatto quello normale, poi quello da pesce ed in fondo il cucchiaio. Le posate da frutta e dessert vanno sopra al piatto, coltello con il manico a destra, forchetta con manico a sinistra, eventuale cucchiaino manico a destra.

Bicchieri

I bicchieri sono il vero dilemma. Generalmente si riconoscono dalla forma ma bisogna essere esperti, allora usiamo ed aiutiamo gli ospiti con la posizione. In alto centrale davanti al piatto il bicchiere per l’acqua e da qui andiamo verso destra con vino rosso, vino bianco ed il flute, bastardo, posizionato dietro ad i due bicchieri del vino.

Quindi tavola chic o tavola pop? Ora sai!

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *