Salsa alla Fiorentina o salsa Verde

La salsa verde a Firenze è un’istituzione. Nessuno la conosce come salsa fiorentina ma non va confusa con la salsa verde ligure, molto simile ma non uguale. Anticamente le gastronomie la vendevano a cucchiai e nell’ottocento si potevano trovare in giro per la città dei carretti provenienti dalla campagna che vendevano varie salse prodotte con le erbe raccolte nei campi fra  le quali regina rimaneva la salsa verde.

Ottima con il bollito a Firenze la si usa con molte pietanze. Prima di tutto con il Lampredotto ma anche per condire panini, verdure al vapore e pesce.

Ingredienti

  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 uovo
  • 2 filetti d’acciughe sott’olio
  • 1 cucchiaio di capperi sott’aceto
  • 2 cucchiai di sott’aceti misti (da preferire cipolline e cetrioli)
  • Olio d’oliva EVO
  • Sale e pepe

Procedimento

Assodare l’uovo e farlo raffreddare. Pulire il prezzemolo e tritarlo insieme alle acciughe, i capperi ed i sottaceti. Una volta raffreddato tritare anche l’uovo sodo.  Sconsiglio vivamente l’utilizzo del frullatore o di qualsiasi altro accessorio elettrico, la velocità tende a riscaldare gli ingredienti che di conseguenza perdono aroma. Eventualmente possiamo utilizzare pestello e mortaio se desideriamo avere una granulosità inferiore.

Unire tutti gli ingredienti, tritarli ancora un po’ mettere tutto in una ciotola, salare, pepare ed allungare con olio fino a quando non si avrà una consistenza cremosa.

Anticamente invece dell’uovo sodo si utilizzava la mollica di pane raffermo bagnata nell’aceto o una patata lessa.

 

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *